Rovente polemica fra Sindaco e Fare Verde: “Il gruppo fa solo politica d’opposizione”. “Politica si ma ambientale”

Non si placano le accuse reciproche tra il sindaco di Vittoria e il Gruppo locale Fare Verde.  Recentemente il gruppo ambientalista rispose negativamente all’appello del sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, in merito all’affidamento della gestione della Villa Comunale alle associazioni ambientaliste.

Lo stesso sindaco dichiarò di “non considerare Fare verde un’associazione ambientalista, a Vittoria, ma un gruppo che fa solo attività politica di opposizione, sotto una sigla ambientale. “Fare Verde dimostra ancora una volta che una cosa è parlare e chiacchierare, una cosa è, poi, lavorare e impegnarsi seriamente. Lo dimostra la loro chiosa sul fatto che pretendono le dimissioni dell’Amministrazione comunale entrando, così, in valutazioni di natura politica. Io, invece, le dimissioni me le aspetterei da chi utilizza una sigla ambientale per fare politica di opposizione e, soprattutto, per fare diffamazione. Si sa ed è noto, infatti, che la stessa sigla Fare verde è stata in passato denunziata dall’Amministrazione comunale proprio per frasi aventi contenuto puramente diffamatorio. D’altra natura e, anche se di critica, positiva, che colgo, le osservazioni di Vittoria dalle finestre rotte. Immagino che questo sia anche il sentire di altre associazioni ambientaliste serie, e ce ne sono tante, a Vittoria.”

In merito a queste dichiarazioni e considerazioni riguardo le attività del gruppo Fare Verde Vittoria, non si fa attendere la replica a tono da parte degli ambientalisti: “Ricordiamo al primo cittadino che la nostra è un’associazione di protezione ambientale ONLUS riconosciuta ufficialmente dal Ministero dell’Ambiente secondo L’art. 13 della L. 349/1986, decreto di riconoscimento n° 2080 del 26 febbraio 2003. Il nostro operato è quello di valutare con attenzione e scrupolo anche critico ma oggettivo, al fine della salvaguardia del territorio e dell’ambiente , cosi come recita l’art. 18 della L. 349/1986 avendo facoltà di intervenire nei giudizi per danno ambientale e ricorrere in sede di giurisdizione amministrativa per l’annullamento di atti illegittimi. E’ vero facciamo politica, Politica Ambientale, ci occupiamo del nostro territorio e delle sue criticità a carattere ecologico. Lo facciamo con coraggio, spesso andando controcorrente, da uomini liberi; evidentemente le nostre denunce, un esempio per tutti il malfunzionamento del nostro depuratore, danno fastidio.
Vogliamo ribadire che agiamo senza alcun pregiudizio nei confronti di nessuno, ma con onestà intellettuale esclusivamente al servizio dei bisogni, spesso dimenticati, dell’ambiente che ci circonda.
Negli ultimi anni, abbiamo inutilmente tentato con altre associazioni ambientaliste di interloquire con l’amministrazione comunale , attraverso “ La consulta per l’ambiente”, strumento istituzionale voluto dalla stessa amministrazione. Riguardo alla gestione del verde pubblico, nel 2010 insieme ad altre associazione ambientaliste abbiamo redatto la carta del verde, evidenziando la necessità di giuste competenze attraverso l’assunzione di una figura professionale di arboricoltore. Questo per evitare le scellerate capitozzare riscontrate anche di recente in varie zone della città, ma quel documento concordato e recepito dal consiglio comunale è stato troppo spesso disatteso. Sul nostro impegno per la salvaguardia dell’ambiente, la invitiamo a documentarsi senza pregiudizio alcuno. Continueremo la nostra opera in sinergia con qualsiasi soggetto che dimostri amore per la propria terra, le sterili polemiche nulla producono e non ci appartengono.”

Condividi
Originaria di Ragusa ma residente in Vittoria dove ha conseguito la maturità liceale e l’anno successivo quella magistrale per ottenere l’abilitazione all’insegnamento (1999-2000). Laureatasi in lingue e letterature straniere insegna negli istituti superiori privati. Tutor universitario ha collaborato per sei anni con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha realizzato con il FEI una guida multilingua sui diritti e doveri degli immigrati e lavorato come socia e mediatrice linguistico-culturale per minori immigrati non accompagnati presso la cooperativa sociale Alfa di Vittoria. Traduce testi letterari in lingua inglese e spagnola e collabora con Mister Go e Accademia Britannica come organizzatrice vacanze-studio all’estero. Quando può mette qualcosa in valigia e viaggia moltissimo. Le sue mete? Spagna, Turchia, Marocco…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine