Sabato a Scicli la XXIV edizione del “Memorial Greco”, Edwin Soi punta al poker di successi

La città di Scicli si prepara per l’appuntamento sportivo dell’anno più atteso in provincia di Ragusa. Sabato, infatti, alle 20.30 ci sarà lo start della XXIV edizione del memorial “Peppe Greco”, la podistica internazionale che ogni anno fa accendere i riflettori sul barocco dell’area iblea e permette ai tanti appassionati di atletica leggera di vedere all’opera grandi campioni della specialità. Il merito è tutto del patron Gianni Voi, che anche quest’anno, nonostante la crisi che sta attraversando la nazione e le innumerevoli difficoltà delle amministrazioni e degli sponsor privati a dare un “sostegno” per una manifestazione che è un volano importante per la promozione del territorio è riuscito a portare a Scicli il meglio che la podistica su strada possa offrire. Sarà una sfida Kenya – Etiopia con qualche outsider che può fare da terzo incomodo per il successo finale. Ai nastri di partenza ci saranno l’etiope Imane Merga e i keniani Edwin Soi e Thomas Longosiwa. Edwin Soi parte tra i favoriti e punterà al successo per eguagliare il record di Haile Gebrselassie. Ma il memorial “Peppe Greco” non vivrà soltanto dalla sfida Etiopia – Kenya. La starting list, infatti, prevede anche la partecipazione del campione italiano Domenico Ricatti (che proprio a Scicli lo scorso anno conquisto il titolo tricolore) e del fondista modicano Giuseppe Gerratana vera e propria rivelazione dell’atletica leggera italiana che sostenuto dal tifo del “suo” pubblico vorrà giocarsi le sue chances. Nell’attesa di vedere “sfrecciare” i tanti campioni tra le vie e il barocco cremisi, domani alle 20 a Palazzo, il presidente della Federazione Italiana medici Sportivi Sicilia e attuale delegato del Coni di Catania Genny La Delfa riceverà il premio “Candido Cannavò” giunto alla sua quinta edizione. Durante la serata il dottor Adolfo Padua che dirige la FIDAL di Ragusa premierà il fondista modicano Giuseppe Gerratana, vicecampione europeo Under 23 sui 3000 siepi a Tampere in Finlandia e il fondista sciclitano Giovanni Finielli, oro sui 1500 e argento sugli 800 ai World Master Games di Torino.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine