San Luca ed il baciamano (di Salvatore Calleri)

I cacciatori dei carabinieri catturano il narcondranghetista latitante da 23 anni, grande successo… Vanificato da quella vergognosa scena del baciamano nei confronti dell’arrestato.

Ma stiamo scherzando… No putroppo no. Scene da film che vanificano il brillante arresto.

Purtroppo a San Luca accadono queste cose. Nel 2008, per la precisione il 13 maggio, ho assistito alla gerbera gialla  organizzata contro la ‘ndrangheta a San Luca e alla presenza di Piero Grasso, allora procuratore nazionale antimafia, ci trovammo di fronte ai familiari dei mafiosi che ci fecero la contestazione in piazza con cartelli inneggianti alla ‘ndrangheta e contro il 41 bis.

San Luca oggi non è cambiata e penso che la Calabria non sia cambiata. Purtroppo.

Finchè vedrò alle stazioni di servizio nella parte calabrese della SA-RC, rinnovata nel manto stradale, ma non nella coscienza delle persone, cd con i canti malavitosi inneggianti alla ‘ndrangheta ed a cosa nostra in vetrina per la vendita, significa che lo stato non vuole vincere la guerra contro le mafie e che la società calabrese nel tollerare simili comportamenti sbaglia.

Calabria onesta per favore batti un colpo contro la ‘ndrangheta… Perchè il danno che avrai da questo baciamano sarà enorme.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine