La Scherma Modica festeggia i trent’anni, Ferraro vince la prova non vedenti, Male Avola a Tokio

Modica – La Conad Scherma Modica, sabato scorso ha festeggiato i suoi primi trent’anni di attività agonistica. Era il 9 novembre 1984, infatti, quando grazie al maestro Enzo Scarso il sodalizio attualmente presieduto da Maria Monisteri iniziò la sua “avventura” che in un trentennio ha sfornato grandi uomini e campioni oltre al primo campione olimpico nato nella Contea ed è diventata famosa in tutto il mondo.

E i risultati continuano ad arrivare anche nelle nuove discipline come quella riservata ai non vedenti  nata all’interno del “PalaMoak” grazie all’intuizione del maestro Giancarlo Puglisi e ora diventata una specialità sempre più conosciuta.

Per festeggiare al meglio il trentesimo compleanno (i festeggiamenti ufficiali saranno a dicembre) la Conad Scherma Modica si è regalata una bella medaglia d’oro grazie a Tommaso Ferraro che battendo in finale 10 – 3 il romano Remoli ha vinto la prima prova nazionale riservata ai “non vedenti” che si è disputata a Novara.

Non è andata molto bene, invece, la trasferta di Tokyo per Giorgio Avola nella seconda prova di Coppa del Mondo. Il campione olimpico modicano nella prova individuale è stato battuto 15 – 14 al primo turno a eliminazione diretta dal suo conterraneo Daniele Garazzo.

Non è andata benissimo neppure la prova a squadre; il quartetto azzurro composto da Avola, Baldini Cassarà e Garozzo è stato battuto ai quarti dagli Stati Uniti per 45-29 e si è dovuto accontentare del sesto posto.

Per fortuna la strada verso Rio 2016 è ancora lunga e ci saranno molte occasioni per rifarsi, ma l’auspicio è che Avola ed i compagni di squadra ritrovino quanto prima quella continuità che da qualche mese a questa parte è mancata e che risulterà fondamentale a partire da Marzo, quando si aprirà ufficialmente la qualificazione olimpica

 

Nella foto da sinistra il presidente Maria Monasteri, Tommaso Ferraro e il maestro Giancarlo Puglisi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine