Scicli, le tasse non aumentano, ma il rischio disseto, si!

A Scicli la situazione politico – amministrativa è sempre più complessa, anche se è stato scongiurato l’aumento delle tasse. È stata l’opposizione in consiglio comunale, infatti, a bocciare le delibere riguardanti l’aumento dell’Imu per le seconde case, dell’addizionale Irpef e della Tarsu. Guglielmo Scimonello di “Megafono”, Giorgio Vindigni e Bartolo Ficili del “Gruppo misto”, Bernadetta Alfieri e Guglielmo Ferro di “Scicli Bene comune”, Claudio Caruso, Marco Causarano e Gianpaolo Aquilino del “Pd” e Rocco Verdirame e Salvatore Pellegrino “dell’Mpa-Pds” hanno sostanzialmente bocciato l’attività amministrativa del primo cittadino, Franco Susino ed hanno espresso il loro voto contrario alle delibere portate in aula con carattere d’urgenza, perché propedeutiche all’esame ed all’approvazione del Bilancio di previsione 2013. A votare le delibere “soltanto” sette consiglieri, risultati davvero “poca roba”, rispetto all’opposizione che, appena due giorni prima, aveva approvato una mozione con la quale invitata il sindaco Susino ad andare a casa. “Non diciamo che la situazione non richieda correttivi, facendo anche ricorso se necessario all’aumento di una pressione fiscale che già è insostenibile – hanno affermato i dieci consiglieri –. Noi diciamo che, al punto di disperazione in cui si trova la società, l’ultimo tasto da toccare è quello delle tasse. Prima di ricorrere ad una ulteriore pressione fiscale, occorre verificare se si è fatto tutto ciò che è possibile fare, nei termini di efficienza e riduzione. Prima di decidere che vale la pena di somministrare una misura drastica e dannosa per il contesto economico – hanno concluso -, occorre verificare anche e soprattutto attraverso la ricerca delle responsabilità, che non si corra più il rischio di incorrere negli errori del passato». Adesso la “palla rovente” ritorna nelle mani dell’amministrazione comunale che, con i responsabili finanziari dell’Ente, sta lavorando alacremente nel tentativo di trovare nuove strade per portare il bilancio in equilibrio. Lo spettro del “dissesto”, però, è davvero dietro l’angolo se non si dovesse riuscire ad arrivare ad una soluzione pressoché immediata. La Cna cittadina si mostra particolarmente soddisfatto per lo scampato pericolo dell’aumento delle tasse. “Registriamo ed esprimiamo la nostra soddisfazione per l’atto di responsabilità dimostrato dal consiglio comunale di Scicli che, nella seduta del 28 novembre, ha bocciato le proposte di aumento dei tributi presentate dalla Giunta”.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine