Scicli, perde la casa all’asta e piazza il divano davanti al municipio

Ha preso il divano del soggiorno e lo ha caricato su un camioncino per piazzarlo davanti al municipio di Scicli  dopo essere rimasto senza un tetto sotto cui dormire con la sua famiglia. E questo da quando la sua casa è stata venduta all’asta.

Protagonista della singolare protesta un piccolo imprenditore agricolo di Cava D’Aliga, Angelo Pacetto 55 anni, finito sul lastrico a causa della crisi in cui versa il settore dell’agricoltura. Pacetto e la moglie chiedono una casa dove andare a vivere con la propria famiglia, composta anche da un figlio minorenne.

Accanto alla famiglia Pacetto, i Forconi ed altre persone colpite da azioni di sfratto, come la signora Melissa Di Rosa, pure lei madre di 2 bambini. Parecchi passanti, incuriositi dalla singolare scena, hanno manifestato solidarietà alle famiglie Pacetto e Di Rosa che manifesteranno ad oltranza fino a quando non avranno ottenute le rassicurazioni che cercano.

Intanto l´ultima asta giudiziaria per la vendita dell´immobile dei coniugi Barca di Ragusa, presso lo studio di un commercialista di Vittoria, è andata deserta. Ma il numero degli immobili posti in vendita dal Tribunale di Ragusa sono da capogiro. Nei prossimi 60 giorni sono previste 1089 aste giudiziarie di vendita di immobili o terreni.

“E´ un dato drammatico – dice Marcello Guastella del movimento dei Forconi di Ragusa – che la dice lunga sull´implosione dell´economia iblea ma su cui nessuno interviene. Si aspetta ancora la definizione della legge sull´impignorabilità della prima casa”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine