Scicli, “Ecco cosa succede dietro le quinte di Palazzo Spadaro…”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera, firmata, dalla Presidente dell’Associazione “Balucu e Pagghiara” di Scicli, Federica Re.

“Ha fatto una pessima figura domenica sera una dei componenti di Invictus s.rl., società aggiudicataria e da qualche giorno rinunciataria della gestione dei siti culturali di via Francesco Mormino Penna di Scicli.

Si tratta di Elisabetta Favacchio che si è infiltrata insieme ad altre persone all’interno del Palazzo Spadaro, pagando tanto di biglietto, per constatare il livello di conoscenza da parte dei nuovi accompagnatori turistici dell’Associazione Balucu e Pagghiara, legittima affidataria del servizio secondo le norme del bando.

Sin dall’inizio della guida ha cercato in tutti i modi di mettere in difficoltà l’accompagnatore turistico, continuando per tutta la visita del Palazzo a porre una raffica di domande in modo insistente. Tutto questo di fronte agli occhi stupiti e infastiditi dei turisti, uno dei quali è intervenuto dicendo all’ex accompagnatrice:- Scusi, ma io ho pagato per sentire le sue domande o la spiegazione del ragazzo? E lei: Scusi, io ho pagato due euro per avere una spiegazione dettagliata di ciò che sto visitando. Il turista ha concluso dicendo che con due euro non si può pretendere una guida minuziosa dei particolari. Aggiungo che è possibile, certo che sarebbe il massimo avere una spiegazione dettagliata del sito, ma non a secondo giorno dall’incarico affidato alla nuova Associazione.

Sfido lei stessa, cara E., se i suoi primissimi giorni di accompagnatrice conosceva quello che ha accumulato adesso dopo un’esperienza biennale, soprattutto in una situazione di emergenza come è stata in questo caso, i cui nuovi ragazzi hanno dovuto studiare il quattordici agosto sera per non risultare impreparati il giorno di Ferragosto all’apertura dei siti. Ma non finisce qui…questa bella sceneggiata si è conclusa male, ma non per l’accompagnatore che ha ricevuto i complimenti dai turisti per la passione dimostrata durante la visita, nonostante la sua sufficiente ed adeguata preparazione ma per la ex-accompagnatrice che ha litigato in maniera brusca, con tanto di urla in tutto il palazzo con il turista, prendendo quest’ultimo per maleducato e non in grado di educare i suoi figli. Di certo è stato vergognoso e di basso stile ciò che è successo davanti agli occhi dei turisti che vengono a visitare la nostra città di Scicli. Tra l’altro anche un’altra collega della suddetta ha tentato di fare la stessa cosa con un’altra accompagnatrice sempre la stessa sera, sempre all’interno del Palazzo Spadaro.

Credo che abbiamo toccato il fondo con questo episodio. In qualità di Presidente dell’Associazione Balucu e Pagghiara, penso che tutto questo sia stato esagerato, del tutto fuori luogo, squallido, incommentabile e inaspettato, soprattutto da chi crede che con la cultura si mangia, essendo laureata e in qualità di professionista del settore. Mi auguro che questo sia stato il primo ed ultimo increscioso episodio da parte dei componenti della Invictus s.r.l., anche perché sin dal primo giorno si è cercata un’aperta collaborazione con tutti loro.

Ribadisco inoltre che la Invictus s.r.l. ha rinunciato di sua volontà l’incarico e che quindi il bando prevedeva lo scorrimento della graduatoria, rispettando a pieno le norme vigenti nella massima trasparenza. A me non resta che ringraziare tutti i miei collaboratori, che da subito si sono resi disponibili e volenterosi nel garantire un servizio alla cittadinanza tutta e soprattutto ai turisti, evitando così di far trovare nel periodo più intenso della stagione estiva i siti culturali di via F. M. Penna chiusi al pubblico”.

Federica Re

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine