“Se non la smetti passi i guai…”. Prima i fuochi d’artificio per il boss, poi le minacce

“Se non la smetti passi i guai…”

Lui è Antonio, figlio del boss Michele Russi detto Coccione.
Su Facebook, pubblicamente e con decine di like e condivisioni, il figlio del boss ha minacciato il Sindaco di San Severo, Francesco Miglio.
Quale sarebbe la colpa del Sindaco? Quella di avere denunciato la vergogna accaduta ieri sera, ovvero i fuochi d’artificio in onore del boss.
Non saprei cosa definire più grave, se le minacce del figlio del boss, oppure i fuochi d’artificio o, peggio ancora, le centinaia di persone che ieri hanno partecipato all’omaggio per il boss.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine