“Sei una testa di cazzo, ti sbudello”

“Tu sei una testa di cazzo Erika. Non hai capito con chi hai a che fare. Io ti sbudello tutta Erika. Io ti vengo a prendere a casa. Ti distruggo. Sei una bastarda. Ti vengo a distruggere casa”.

A parlare è Antonio Vivacqua, responsabile tecnico della società Parco Acquatico 4.0, nei confronti della collega della Tgr Rai, Erika Crispo.

La “colpa” di Erika è quella di aver scritto sulla gestione della struttura comunale di Rende, costata circa 20 milioni di euro di soldi pubblici.

Lui in foto è Corrado Amitrano, collega napoletano, brutalmente aggredito durante una manifestazione. Ridotto in questo modo, solo per aver fatto il proprio dovere: informare. Si tratta di episodi gravissimi che testimoniano come, fare informazione, sia sempre più difficile.

Ricordiamoci che “la libertà è come l’aria, ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”. La libertà sta nell’essere informati. Se non stiamo accanto a questi ragazzi, poi non lamentiamoci se l’informazione viene meno.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine