“Un silenzio assordante…ma c’è ancora qualcuno che si indigna?” La lettera di chi ha contrastato la criminalità in prima linea

Quanto silenzio!!!! Un silenzio assordante, sara’ che tutti sono impegnati nella preparazione dei piatti pasquali, dei vestiti da indossare domani per partecipare ai vari riti,ad accendere le luminarie delle varie citta’…

Ma scusate, mi sbaglio o anche qui a Modica , nella nostra provincia, abbiamo dei rappresentanti politici? Forse ho sognato immaginando di avere un deputato nazionale, una senatrice, un sindaco, un presidente del consiglio comunale?

Ma si, credo proprio di avere fatto un sogno, come recitava il grande Paolo Rossi “un sogno all’incontrario”. Nella realta’, qui a Modica vige solo il silenzio, appunto il silenzio rumoroso quello che fa male, ferisce.

Qualche giorno fa un giovane modicano, non importa se giornalista, avvocato o fruttivendolo, e’ stato brutalmente aggredito in pieno centro a Modica in una fascia oraria abbastanza viva, l’altra sera due rapine a pochi metri di distanza nell’immediata periferia di Modica, rapina sventata dalla Polizia, eppure nessuno alza la voce, nessuno si indigna non avendo nessun rappresentante politico e o istituzionale, perche’ se ci fosse un sindaco, un deputato , una senatrice, credo che il primo avrebbe chiesto un incontro al prefetto con relativo comitato per l’ordine pubblico, i secondi sarebbero corsi a visitare il sindaco e preparare immediatamente un’interrogazione parlamentare, illustrando tutto nei dettagli duramente con una conferenza stampa, ma siccome il mio e’ solo un sogno…tutto tace, la vittima dell aggressione e’ rimasto circondato solo dai suoi amici, la polizia continua ad arrestare malviventi, ma nessuno dice GRAZIE, dimenticavo…..il giovane aggredito e’ anche un giornalista…….un rumore oggi c’e’ stato …ignoti malviventi sempre nella barocca Modica hanno scassinato, in pieno giorno, un appartamento.

Non scrivo oltre…ma come diceva il mio grande babbo “e ma tiempi…sindaco deputati…” mi piace tornare a sognare all’incontrario.

Patrizia Terranova

1 commento

  1. molte volte mi chiedo a cosa valga fare campagna elettorale. Ricordo il sindaco che vantava ordine pubblico e videosorveglianza ! passate le elezioni mi ritrovo la città più in mano criminale di prima. I furti in casa ormai con la gente dentro, aggressioni, strade che continuano a non essere sorvegliate e illuminate. Vedo un sindaco impegnato a scerbature a illuminazioni a rendere piu bella la fontana con un faretto e dire di averla ripristinata. Quanto puo costare un faretto e riaprire un tubo d’acqua forse solo otturato da un annetto ? manco avesse ripristinato una fontana del ‘700 mai utilizzata in 300 anni. La polizia fà quello che può oberata da scarsi mezzi e a reprimere prostituzione e droghe. Alche la sicurezza dei furti è lasciata in subordine, anche perche più improvvisa e meno scontata nei punti in cui si colpisce. Il vile attacco a un giornalista poi esprime anche il monito a chi sa parlare e esprime qualcosa a cui altri magari preferiscono il silenzio…E la città diventa sempre più una frontiera lontana da territorio a criminalità quasi zero come la Finlandia o paesi che non ci aspetteremmo come la Cina dotata di videosorveglianza attenta che certamente non permette atti come questi impuniti !

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine