“Sogniamo per la nostra città un albero di natale ecologico”

fare verde vittoria

Una realtà consolidata ormai quella di Fare Verde Vittoria composta da ragazzi dediti al volontariato e all’organizzazione di iniziative con lo scopo di tutela e salvaguardare l’ambiente. Con un comunicato stampa il gruppo locale presenta all’amministrazione comunale di Vittoria e in particolare al suo primo cittadino, una proposta: l’albero di natale ecologico. Le dichiarazioni del gruppo: “Sogniamo un’Amministrazione Comunale che abbia a cuore la tutela

dell’ambiente, della nostra acqua, degli alberi, del verde pubblico, del paesaggio che è la nostra terra. Che ritenga, con i fatti, che le Associazioni Ambientaliste fatte da volontari, insieme a quelle centinaia di cittadini sensibili ai temi ecologici, rappresentino un patrimonio vivo, risorse concrete da valorizzare. Purtroppo negli anni, abbiamo constatato che l’organismo riconosciuto dal Comune, la Consulta per l’ambiente, è stata considerata dai vari Assessori che si sono succeduti, come una “camera vuota”, da colmare a parole con qualche frase di facciata, di fronte a proposte concrete da realizzare. Peccato, ne va del concetto di democrazia partecipata.”

Un mese fa, il gruppo locale ha organizzato un’azione ecologica, a costi quasi zero, per rimuovere i rifiuti presenti nello spazio di verde pubblico sito in piazza E. Berlinguer (presso il mercato dei fiori). Hanno inoltre installato dei cartelli significativi per il rispetto degli alberi e delle aiuole circostanti.

“Oggi di quei cartelli-continua la nota di Fare Verde Vittoria– ne è rimasto solo uno, per la violenta ignoranza di qualche subumano piuttosto che cittadino. Poco importa, li rimetteremo, perché sia da pungolo anche per chi amministra la politica della nostra Città. Questi buoni esempi infatti dovrebbero stimolare i nostri amministratori a “fare” piccole grandi cose vere.

 

A tal proposito proponiamo al Sindaco e a tutta l’amministrazione comunale di installare, per il prossimo Natale, un albero realizzato con materiale riciclato( es. bottiglie di plastica), piuttosto che con il sacrificio di un esemplare di pino destinato alla discarica”.

 

Condividi
Originaria di Ragusa ma residente in Vittoria dove ha conseguito la maturità liceale e l’anno successivo quella magistrale per ottenere l’abilitazione all’insegnamento (1999-2000). Laureatasi in lingue e letterature straniere insegna negli istituti superiori privati. Tutor universitario ha collaborato per sei anni con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha realizzato con il FEI una guida multilingua sui diritti e doveri degli immigrati e lavorato come socia e mediatrice linguistico-culturale per minori immigrati non accompagnati presso la cooperativa sociale Alfa di Vittoria. Traduce testi letterari in lingua inglese e spagnola e collabora con Mister Go e Accademia Britannica come organizzatrice vacanze-studio all’estero. Quando può mette qualcosa in valigia e viaggia moltissimo. Le sue mete? Spagna, Turchia, Marocco…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine