Staminali: “Diversi malati partono per le cure in Germania e Belgio”

Diversi malati, accompagnati da Pietro Crisafulli presidente di “Sicilia Risvegli Onlus” sono partiti per la Germania ed in altri luoghi nei pressi del Belgio, per effettuare delle infusioni di cellule staminali. E’ quanto annuncia il presidente dell’Associazione “Sicilia Risvegli Onlus” Pietro Crisafulli, sul proprio profilo Facebook che scrive:

“Nei prossimi giorni vi racconto l’ultima mia esperienza (insieme ad altri Italiani) sulle cure con staminali in Germania e zone limitrofe. Ovviamente, questa volta non sono rIusciti a bloccarci come fatto con Israele”.

Da diversi mesi Crisafulli critica l’intero operato di Davide Vannoni. “sappiamo della contrarietà del presidente di Stamina Foundation ma si tratta per lo più di famiglie che in Italia continuano a perdere i ricorsi in Tribunale, che sono stufe di aspettare e che non vogliono vedere un proprio familiare morire”.

Questa metodica molto, ma molto simile con quella di cui si parla in Italia, costa poco meno di 1200 euro ad infusione.

“Aiuterò i malati ad andare all’estero per il loro bene. In Italia viene autorizzata solo la morte e Vannoni non sta facendo nulla per favorire la sua terapia, né verso i malati né verso i rapporti con le istituzioni. Io non ce l’ho con lui ma ritengo prioritaria la libertà di cura. Infatti, io non sono soltanto per Vannoni ma per tutti i Vannoni del mondo, per tutte le terapie che possono migliorare la qualità della vita dei malati. Non rinneghiamo Vannoni ma la faccenda Stamina sta andando per le lunghe. Se Vannoni riuscirà davvero a portare la sua cura all’estero saremo felici di seguirlo, però bisogna muoversi, adesso”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine