La Me.Ta. Sport lotta per un tempo, ma alla fine si arrende alla vicecapolista San Pio X Catania

Me.Ta. Sport – San Pio X Catania 1 – 3

Me.Ta. Sport: Modica, Carpenzano, Romano (dal 80’ Blanco), Garaffa, Fargione, Lacognata, Luca Cannizzaro (dal 58’ Davide Cannizzaro), Cassarino, Frasca (dal 50’ Muriana), Galfo (dal 46’ Iemmolo), Criscione (dal 76’ Agosta), all. Vittorio Sarta.

San Pio X Catania: Sciuto, Maiolino (dal 42’ Buccheri), Musumeci, Di Mauro (dal 62’ Pezzino), Bonaccorsi, Ambrosio, Spina, Meli, Rapisarda (dal 80’ Leocata), Cuntrò (dal 77’ Costantino), Biuso, all. Antonio Battiato.

Arbitro: Antonio Attinelli di Ragusa.

Reti: al 18’ Fargione (autorete), al 25’ Criscione, al 48’ e al 76’ Buccheri.

Modica – Ennesima sconfitta casalinga per la Me.Ta. Sport che al “Vincenzo Barone” nella gara valida per la decima giornata del campionato regionale “Allievi”, lotta ma alla fine si arrende alla vice capolista San Pio X Catania.

Una gara che la squadra di Vittorio Sarta ha giocato alla pari dei più quotati avversari per tutta la prima frazione di gioco, mentre nel secondo tempo ha subito un po’ di più la forza fisica della formazione catanese che ha avuto il merito di non abbassare mai la guardia.

La partita si sblocca al 18’ del primo tempo, quando sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla fascia destra, Meli scodella un pallone in area di rigore modicana, dove Fargione nel tentativo di anticipare il suo avversario colpisce male di testa con la sfera che va ad insaccarsi nel sette alla destra di Modica proteso in tuffo.

Al 24’ Me.Ta. Sport vicinissima al pari con un calcio di punizione dal limite di Galfo (nella foto) che si stampa sulla traversa.

È il preludio al gol che arriva 1’ dopo grazie al bel suggerimento di Galfo che “vede” smarcarsi Criscione e lo serve. L’attaccante rossoblù evita l’off side e con un tocco morbido batte il portiere etneo in uscita.

Si va così al riposo in perfetta parità. Nella ripresa al 48’ gli ospiti tornano in vantaggio. Meli verticalizza in maniera perfetta per Rapisarda che entra in area ed evita il portiere in uscita bassa, ma si decentra troppo e appena giunto sul fondo crossa al centro per l’inzuccata di Buccheri che da pochi passi mette nel sacco.

Al 75’ è lo stesso Buccheri a chiudere definitivamente il match andando a realizzare il terzo gol per la sua squadra e la sua doppietta personale con un calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area di rigore modicana. Il numero 16 catanese tira in diagonale pescando piazzato male Modica che nonostante il tuffo per recuperare la posizione non riesce ad evitare che la sfera s’insacchi nel sette alla sua destra.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine