Tensione al CpA di Pozzallo, ultimi giorni dell’anno con proteste

Un ultimo dell’anno particolarmente agitato al CpA di Pozzallo (Ragusa). Gli ultimi arrivati, 40 persone da Messina (fra cui due donne e due bambini), hanno fatto crescere il numero delle presenze ad oltre 330.

I nuovi arrivati ed alcuni già presenti da tempo nel centro, hanno dato del filo da torcere alle Forze dell’Ordine ed ai volontari della Protezione Civile, rifiutandosi di collaborare. I migranti in protesta, chiedono una sistemazione migliore e di essere trasferiti presso altri centri più attrezzati e capienti.

I problemi di sovraffollamento al CpA di Pozzallo, infatti, sono un tema più volte segnalato anche dal primo cittadino della cittadina ragusana, Luigi Ammatuna.

La struttura non potrebbe ospitare più di 160 persone, a fronte del doppio che ad oggi trovano posto all’interno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine