Tentato furto in un negozio di telefonia. Preso un 19enne vittoriese

Rompono la vetrata di un negozio di telefonia e vi fanno irruzione per far man bassa di pc, telefonini, stampanti, notebook e qualsiasi altra cosa gli capitasse sotto mano. I fatti sono accaduti questa notte, intorno alle 4, nel centro di Vittoria. I ladri avevano già ammassato tutta la refurtiva vicino all’uscita del negozio pronti per caricarla in auto quando però il loro “palo”, appostato in strada, gli fa cenno di scappare a mani vuote. Una pattuglia della polizia, in normale controllo notturno, si era infatti accorta del vetro frantumato. Gli agenti, scesi dall’auto, hanno immediatamente notato che il colpo era appena stato interrotto. Sul posto infatti erano ammassati, vicino la vetrata, una buona quantità di pc, notebook, telefoni ed altro, pronti per essere portati via. La perlustrazione dei luoghi circostanti pha anche permesso di ritrovare altra merce che i ladri avevano lasciato lungo le vie di fuga. Le indagini successive per risalire agli autori della tentato furto si sono concentrate sulla visione delle immagini registrate dalle videocamere di telesorveglianza. Grazie infatti ai nastri non è stato difficile risalire, non solo al numero dei ladri in azione, in totale 5, ma anche identificare fin da subito due di loro. Si tratta di Giovanni Randazzo di 19 anni, vittoriese con precedenti di polizia arrestato perché responsabile di furto aggravato in concorso ed un giovane di 16 anni incensurato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Catania.
Intanto il titolare del negozio di telefonia aveva denunciato il furto di vari telefoni, pc, notebook e materiale informatico del valore di circa sei mila euro.
Le indagini sono in corso al fine di individuare gli ulteriori complici del furto.
Randazzo, che intanto, per come disposto dall’autorità giudiziaria è stato posto agli arresti nella sua abitazione, sarà giudicato con rito direttissimo.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine