Tentato omicidio a Vittoria, inflitte quattro condanne

Quattro vittoriesi sono stati condannati con rito abbreviato, per un totale di oltre 20 anni di carcere. la sentenza è stata emessa con rito davanti al Gup Eleonora Schininà, e riguarda Angelo Collodoro 33 anni e Antonino Mangione 30 anni (difesi dagli avvocati Giuseppe Di Stefano e Gianluca Gulino). Condanna a 5 anni e 4 mesi per Gabriele Collodoro 26 anni (difeso dall’avvocato Enrico Platania). Tutti e tre rispondevano di tentato omicidio, detenzione di tre pistole e minacce nei confronti della moglie di Tarek Znaldi uomo contro cui i tre misero in atto, secondo l’accusa, il tentativo di uccisione. Condannato anche Tarek Znaldi difeso dall’avvocato Rocco Cutini, per ricettazione, detenzione e porto di un fucile; la pena inflitta a lui è stata di 3 anni e 6 mesi. Il pm Gaetano Scollo aveva chiesto 8 anni per i Collodoro e Mangione e 3 anni per Znaldi la cui moglie si era costituita parte civile attraverso l’avvocato Angelo Cafà, per le minacce subite.     I fatti accaddero nel pomeriggio del 21 novembre dello scorso anno, in via Ipperia, zona San Giovanni-Vallone. Erano state le indagini degli agenti del Commissariato di Vittoria e della Squadra mobile di Ragusa a permettere di ricostruire la vicenda e di arrivare alla individuazione dei soggetti coinvolti.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine