Tentato omicidio nel Ragusano, l’indagato: “Non volevo uccidere”

Ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari, Vincenzo Ignaccolo; ha ammesso di essere stato lui ad accoltellare un ventottenne, nel pomeriggio dell’1 dicembre vicino all’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni XXIII – Colonna” di Vittoria nel Ragusano, tra via Firenze e via Cavour. Il gip ha sciolto la riserva sulla decisione, convalidando l’arresto e disponendo, come richiesto dal pubblico ministero, Gaetano Scollo, la custodia cautelare in carcere per la pericolosita’ sociale del giovane. Il 2 enne e’ comparso davanti al giudice accompagnato dal suo legale, l’avvocato Matteo Anzalone.

“Sono stato io ma non avevo intenzione di uccidere”, avrebbe detto al giudice. La vittima e’ stata colpita piu’ volte agli arti e al torace. Sono stati i soccorritori ad allertare le forze dell’ordine. I carabinieri di Vittoria, giunti sul luogo dell’accoltellamento, hanno trovato solo la vittima che e’ stata trasferita all’ospedale Guzzardi di Vittoria in prognosi riservata. E’iniziata subito la caccia al responsabile; i militari del Norm di Vittoria e della Compagnia, hanno sentito alcuni testimoni presenti sul luogo dove si consumata la lite e hanno visionato le immagini degli impianti di videosorveglianza. Il 3 dicembre hanno individuato il sospettato che aveva ancora addosso alcuni degli indumenti che corrispondevano a quelli utilizzati quando avvenne l’accoltellamento e avevano evidenti tracce di sangue. Poi il fermo per tentato omicidio. Entrambi i protagonisti del fatto sono pregiudicati. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine