Topi in un asilo comunale. Edificio chiuso per problemi igienici

Asilo comunale di Chiaramonte Gulfi invaso dai ratti. Una situazione di precaria sicurezza igienica rimasta inascoltata da troppo tempo che è finita per allarmare diversi genitori. Stanchi di reclamare inutilmente, viste ormai le evidenti tracce di ratto in gran parte della struttura, hanno deciso di contattare direttamente due consiglieri comunali del Partito Democratico, Dario Cutello e Antonella Occhipinti. Dopo un accurato sopralluogo nel posto e dopo aver visto con i propri occhi non solo i topi ma i loro escrementi si sono immediatamente attivati all’interno prima del consiglio comunale con un punto all’ordine del giorno e poi direttamente nella stanza de vice sindaco Laura Turcis. In Consiglio comunale, Cutello aveva sollevato la questione che però, per via del regolamento d’aula, non si è potuta affrontare nella stessa seduta. Ad ogni modo, accogliendo la disponibilità del vicesindaco, Laura Turcis, per un incontro, Cutello e Occhipinti si sono recati il giorno dopo a palazzo di Città e, attraverso l’intervento del sindaco, è stato possibile fare interessare della vicenda i dirigenti comunali. I quali, preso atto a loro volta della gravità della situazione, in seguito ad un sopralluogo, si sono pronunciati circa l’immediata chiusura della struttura per l’effettuazione della derattizzazione e di una straordinaria pulizia dei locali. “Abbiamo in pratica ottenuto – dicono i due consiglieri – quanto chiedevamo con forza da subito. Chiediamo che i bambini possano essere ospitati in strutture sicure, pulite e all’altezza della situazione dal punto di vista della funzionalità. I limiti della struttura li conosciamo tutti. E’ opportuno sottolineare che quando si parla di bene comune non è indispensabile accusare chicchessia bensì è necessario mettersi a lavoro tralasciando i colori politici e pensando solo a raggiungere l’obiettivo. Così come è stato fatto in questo caso”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine