Trentennale del gruppo scout Modica 2 : Estote parati, come il primo giorno.

Scrivere delle emozioni provate domenica sera 7 Aprile in occasione dell’inaugurazione dei festeggiamenti del trentennale del gruppo scout A.G.E.S.C.I. Modica 2 ha il gusto di un buon gelato al cioccolato in pieno inverno: mentre lo si assapora, è inevitabile ricordare momenti estivi e desiderare che arrivi presto la bella stagione per assaporarne ancora.

Domenica sera è stato un tuffo a chiodo nel mare passato, con il grande desiderio di rivivere certi momenti che solo lo scoutismo può donare.

Alla presenza del Sindaco Ignazio Abbate, dell’assistente ecclesiastico Padre Nunzio Di Stefano, del gruppo scout al completo, dei genitori e dei tanti, tantissimi scout “giallorossi nell’anima” accorsi per partecipare ad un evento memorabile, in Sede presso la parrocchia del Sacro Cuore, si sono vissute emozioni troppo forti per essere contenute, i ricordi indelebili, lo scorrere delle foto, il cortometraggio con le testimonianze degli “anziani” del gruppo, gli abbracci sentiti, le risa di scherno per i “capelli grigi” ed il nome unico che ha risuonato per tutta la serata: Padre Paolo Ruta.

Le dita puntate su una foto : ”Guarda qui ci sono io” per mostrare ai figlioletti la testimonianza di un appartenenza senza eguali, tutti con al collo il fazzolettone di un tempo, gli occhi lucidi pieni di nostalgia, il sorriso spalancato in viso nel salutare e riconoscersi, dopo anni!

E’ questa la forza dello scoutismo, Non spezzare mai certi fili conduttori………

Il Sindaco insignito del fazzolettone giallorosso, non ha potuto che applaudire alla manifestazione in perfetto stile scout, sentendosi parte integrante di un percorso bellissimo ed emozionante che dura ancora, grazie anche alla  guida di Padre Nunzio , iniziato trent’anni fa  grazie all’intuizione di Padre Paolo Ruta e concretizzato e decollato grazie all’impegno di Giorgio Di Rosa.

Forte” la presenza dei Responsabili  della zona Netina Nuccia Romano e Carmelo Scala,  capo saldi  di un percorso che sta ad indicare un cammino di storia e appartenenza e che ci piace tradurre metaforicamente  come un abbraccio da madre a figlio, si leggeva questo nei loro occhi, non appena varcata la soglia della sede scout del Modica 2.

Il resto è storia di centinaia e centinaia di ragazzi e ragazze  che hanno indossato il fazzolettone giallorosso e che portano dentro i loro cuori, scolpiti, i momenti di vita scout vissuti ed indimenticabili.

Chiedete ad ognuno di loro il perché e mettetevi comodi: il ricordo parte da lontano e l’emozione porta altrove : in una vallata, sotto un cielo stellato, attorno ad un fuoco di bivacco, durante un grande gioco…..

I festeggiamenti continueranno e il fermento e la gioia sono grandi: impossibile non farsi coinvolgere.Al prossimo appuntamento, anziani e non, con lo zaino in spalla per un avventura che li vedrà protagonisti, tutti insieme, ancora una volta, con lo zaino in spalla!

Alessia Sudano

Condividi

Alessia Sudano , classe 1976 Modicana di adozione ma Catanese nel DNA.
Da numerosi anni si occupa di Marketing strategico o come lo definisce simpaticamente lei “Emozionale”
Curiosa, allegra, intransigente, testarda, moglie , madre e donna in carriera, tratta la vita alla sua maniera
( a colpi di sorrisi).
Da sempre impegnata nel sociale, adora gli animali, ama dipingere scrivere e ascoltare la musica (solo quella giusta)
Si cimenta in questa nuova avventura “Punti di svista” perché a quanto pare ed a suo dire ,ci sarà sempre qualcosa che merita attenzione e che non ha la giusta considerazione.
In cantiere per lei un libro a quanto si vocifera autobiografico.
La sua massima? Parlate da uomini saggi, comportatevi come gente comune…….

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine