Una svista decisamente geniale, capovolgere le abitudini per vivere meglio ed Unlearning sbarca in Sicilia

Unleraning l’economia solidale o collaborativa che, reduce dal successo dei maggiori festival di documentario Italiani, (Cinemambiente, Marcellino de Baggis, Terra di Tutti, Genova Film Festival, Versus Film Festival) arriva in Sicilia!

La prima proiezione è avvenuta a Modica presso l’ Auditorium Ex Asilo Antoniano.
Unlearning è il documentario di una famiglia Genovese Lucio, Anna e della loro figlia Gaia(mamma, papà e bimba di 6 anni)che hanno lasciato la città (casa e lavoro) alla ricerca di una vita più a misura d’uomo.
L’idea di abbandonare la routine quotidiana è venuta ad Anna, dopo aver visto sua figlia disegnare un pollo a quattro zampe. La bambina, abituata alle confezioni del supermercato che contengono quattro cosce di pollo, dava per scontato che tutte e quattro appartenessero allo stesso esemplare (non avendo mai avuto modo di vederne uno dal vivo).
I due genitori hanno quindi deciso di capovolgere le loro abitudini cercando ospitalità presso altre famiglie diverse dalla loro, lavorando insieme a loro a progetti innovativi in cambio di vitto e alloggio. Utilizzeranno il tempo come moneta, ma non solo: affronteranno i propri spostamenti affidandosi agli utenti di BlaBlaCar, mettendo così al centro della loro esperienza l’essere umano e provando a disimparare il vecchio “stile di vita”.
Un viaggio per scoprire un’Italia di uomini, donne e bambini che,all’omologazione, hanno risposto facendo della propria esistenza un inno alla diversità peraprirsi al cambiamento. Fra le immagini di Unlearning la Sicilia è molto presente: fra letappe ricordiamo l’ ecovillaggio Ciumara Ranni di Sortino, l’esperienza di homeschooling a Noto e le notti in grotta sopra Ispica.
Usando il baratto e la sharing economy, la famiglia ha spesso, in tre, 600 euro in sei mesi.
E lo raccontano in un appassionante documentario di 74’Prodotto dal basso (gli utenti hanno comprato il documentario in anteprima su internet per coprire le spese tecniche di realizzazione) e in crowdsourcing (durante la lavorazione sono state organizzate proiezioni dove gli spettatori hanno partecipato alla realizzazionedel “taglio finale”) Unlearning è finalmente pronto e sarà proiettato in 6 città siciliane grazie ad associazioni e sempici cittadini che hanno barattato vitto e alloggio con la regista Anna Pollio in cambio di una proiezione.
Il documentario infatti non si può comprare.
L’unico modo di vederlo è invitare gli autori presso il proprio cinema / associazione / teatro(ma anche piazza, salotto, cantina!) per barattare con loro la visione di Unlearning ed unun incontro di presentazione con una cena e una notte di ospitalità (seguendo la formuladel couchsurfing).
Un esperimento per distribuire un film usando i metodi più antichi (il baratto el’ospitalità) con le moderne tecnologie (i social media).
Per saperne di più, scoprire il progetto e le date: www.unlearning.it
Unlearning è un invito gentile alla disobbedienza, una proposta per tutte le famiglie stanche della solita vita, che si chiedono se un vero cambiamento è possibile.

Se volete per un attimo vedere come è possibile ribaltare il proprio stile di vita qui di seguito vi indichiamo le date disponibili a questa “disobbedienza possibile e sostenibile”
21/10/2015 – Enna (EN)
Centro Polifunzionale, Via Stadio 1 Enna
22/10/2015 – Catania, (CT)
Ore 20:00 Cena Sociale – Ore 21:00 Proiezione
Piazza Lupo 25 – Palestra Lupo
23/10/2015 – Ragusa, (RG)
Ore 17:30 I ART – Centro Culturale Polivalente di Ragusa
Via Armando Diaz, 56, 97100 Ragusa
24/10/2015 – Messina, (ME) UNLEARNING FESTIVAL
Unlearning Festival , Forte Petrazza Vill. Camaro
25/10/2015 – Augusta (SR)

Condividi

Alessia Sudano , classe 1976 Modicana di adozione ma Catanese nel DNA.
Da numerosi anni si occupa di Marketing strategico o come lo definisce simpaticamente lei “Emozionale”
Curiosa, allegra, intransigente, testarda, moglie , madre e donna in carriera, tratta la vita alla sua maniera
( a colpi di sorrisi).
Da sempre impegnata nel sociale, adora gli animali, ama dipingere scrivere e ascoltare la musica (solo quella giusta)
Si cimenta in questa nuova avventura “Punti di svista” perché a quanto pare ed a suo dire ,ci sarà sempre qualcosa che merita attenzione e che non ha la giusta considerazione.
In cantiere per lei un libro a quanto si vocifera autobiografico.
La sua massima? Parlate da uomini saggi, comportatevi come gente comune…….

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine