Vittoria, 30 netturbini rischiano di essere licenziati

Malumori e dolori di pancia si prevedono domani, giovedì, nella sede del cantiere SAP srl di Agrigento, aggiudicataria dell’appalto dei rifiuti a Vittoria.
Su 51 lavoratori solo 21 saranno licenziati dall’Amiu e riassunti mentre 30, con un colpo di spugna, licenziati perchè non idonei. La notizia è arrivata dal segretario provinciale della Funzione Pubblica Cgil Giovanni Lattuca il quale ha riferito che la ditta ha giudicato 30 lavoratori non idonei all’attività di operatore ecologico. Di contro il sindaco Giuseppe Nicosia, in due verbali, in mano ai sindacati, ha garantito che tutti saranno assorbiti dalla nuova azienda e che quindi nessuno rimarrà senza lavoro.
La SAP dunque entro il 4 è operativa a Vittoria comunque. A Modica 12 ditte hanno presentato istanza per aggiudicarsi la gara d’appalto per la gestione dei rifiuti al posto della ditta Puccia, che lavora in proroga da anni. La busta dovrebbe essere aperta questa settimana, dopo aver scoperto il nome della ditta aggiudicataria il sindaco Ignazio Abbate ha deciso che un tecnico dovrà predisporre un piano per la gestione dei rifiuti a costo dell’azienda con una baste d’asta di 25 mila euro. Dopo l’approvazione da parte dell’amministrazione il piano diventerà esecutivo. Si prevede il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti a Modica già a marzo. A scicli, lunedì e martedì si prevedono giorni di sit-in per le mensilità di luglio, agosto e mezza quattordicesima non corrisposte. Inizio di settimana di scioperi anche a Pozzallo dove i netturbini devono percepire due mensilità. intanto lo stesso segretario della Funzione Pubblica Cgil Giovanni Llattuca ha riferito che con le nuova società di raccolta dei rifiuti che sostieni l’ambito territoriale ottimale, ATO, c’è molta confusione sull’organizzazione del lavoro e dei ruoli. In provincia il segretario della nettezza urbana della Cgil Lattuca ha nominato presidente delle SRR il vice sindaco di Vittoria Cavallo e vice presidente il sindaco di Scicli, Susino. L’assessore all’Energia della Regione siciliana Nicolò Marino ha spiegato che “In passato gli Ato sono serviti a riempirli di personale spesso in esubero, assunto senza selezione pubblica o in violazione di legge”. La nascita delle Srr, le società di regolamentazione del servizio di gestione rifiuti, “serve ad evitare che i Comuni sforino il patto di stabilita’ per effetto di questi costi”. La legge, ha spiegato, non permette di far transitare nelle Srr il personale assunto dopo il 2009 e senza concorso. Marino ha poi annunciato interventi di riforma per il sistema delle discariche: “Prediligeremo quelle pubbliche naturalmente ma avremo rispetto dell’imprenditore onesto che ha investito e che, rispettando la legge, ha diritto al guadagno lecito. Per questo stabiliremo canoni minimi e massimi per il conferimento dei rifiuti in discarica dividendo le discariche per tipologia”.

LA REZIONE DI ABBATE, SINDACO DI MODICA SU AUMENTO TARSU

Aumento del 50% della tassa sui rifiuti solidi urbani a Modica, il Sindaco Abbate “una notizia che non ha fondamento”.
E’ stato indetto un bando per l’individuazione dei tecnici e delle idee per la redazione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Alla scadenza del termine di partecipazione abbiamo ricevuto 12 adesioni, dimostrando grande democrazia e trasparenza, mettendo in risalto le professionalità presenti nel territorio. Il costo della progettazione sarà a carico della futura ditta appaltatrice senza nessun costo per l’ente. Adesso attendiamo l’esito di questo bando per sviluppi futuri. Siamo ancora in una fase di programmazione in cui è prematuro affrontare tale questione. Tutto si è svolto nella massima trasparenza come era nelle nostre intenzioni e non accettiamo critiche o notizie false che mettano a repentaglio l’efficienza della nostra amministrazione.”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine