Vittoria, il canile ignorato di contrada Salme’

Giovanni Lombardo, cons. com, Territorio VittoriaFacendo seguito alla video denuncia del coordinatore del Movimento, Giuseppe Nicastro, relativa all’esistenza di un canile abusivo in contrada Salmè, il Movimento Terrirorio di Vittoria ha voluto squarciare il velo su un problema gravissimo volutamente ed “ipocritamente ignorato da quanti conoscono la situazione ivi comprese l’Amministrazione Comunale e tutti gli Uffici e gli organi competenti.” Il coordinatore Peppe Nicastro e il consigliere comunale Giovanni Lombardo nonché vice presidente provinciale dello stesso movimento, pertanto, intervengono per denunciare la presenza di un canile abusivo in contrada Salmè:  “Diversi sono gli aspetti della vicenda che rendono la stessa paradossale e frutto, ancora una volta, dell’assoluto disinteresse da parte dell’Amministrazione Comunale. Innanzitutto la circostanza che detto canile e i circa 140 animali in esso allocati sono assolutamente lasciati alle cure meritorie di una privata cittadina che di tasca propria e per puro spirito di liberalità, si prende cura del vitto, delle cure veterinarie e di tutto quanto necessario per tenere gli animali in buono stato di salute e ciò senza percepire alcun compenso né alcun contributo da parte del Comune e degli Organi competenti che, come detto, fingono di non essere a conoscenza della situazione. In secondo luogo, la circostanza che il canile sia ubicato in un terreno di proprietà esclusiva del Comune di Vittoria (si tratta dell’ex Azienda Agricola Rizza a suo tempo acquistata dal Comune di Vittoria) e non si comprende come l’Amministrazione Comunale possa ignorare l’esistenza di una struttura ubicata in un terreno di sua proprietà senza intervenire in alcun modo positivamente per la cura degli animali in essa ospitati, posto che la struttura, com’è ovvio, costituisce un forte deterrente difensivo nei confronti del randagismo che impera incontrastato a Vittoria.”

Istanza al primo cittadino e oggetto di interrogazione consiliare: “In merito alla vicenda chiediamo quindi al Sindaco e all’Amministrazione Comunale non solo delle risposte in ordine ai dubbi e alle evidenti irregolarità della vicenda ma, soprattutto, degli interventi concreti e reali che sollevino i privati, che meritoriamente svolgono opera di volontariato, da compiti che spetterebbero solo alle cure dell’Amministrazione.” “Ma per tutto questo, si sa, occorrerebbe una buona amministrazione che si prenda cura della Città, del suo territorio e dell’ambiente compiti che l’attuale Sindaco e la sua Giunta non ritiene siano suoi. E’ ORA

DI CAMBIARE”

Condividi
Originaria di Ragusa ma residente in Vittoria dove ha conseguito la maturità liceale e l’anno successivo quella magistrale per ottenere l’abilitazione all’insegnamento (1999-2000). Laureatasi in lingue e letterature straniere insegna negli istituti superiori privati. Tutor universitario ha collaborato per sei anni con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha realizzato con il FEI una guida multilingua sui diritti e doveri degli immigrati e lavorato come socia e mediatrice linguistico-culturale per minori immigrati non accompagnati presso la cooperativa sociale Alfa di Vittoria. Traduce testi letterari in lingua inglese e spagnola e collabora con Mister Go e Accademia Britannica come organizzatrice vacanze-studio all’estero. Quando può mette qualcosa in valigia e viaggia moltissimo. Le sue mete? Spagna, Turchia, Marocco…

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine