Vittoria, dà fuoco a casa e muoiono madre e sorella, fermato

polizia vittoria

E’ stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dalla polizia del commissariato di Ragusa il 31enne tunisino che ieri ha appiccato il fuoco alla casa della sua famiglia provocando la morte della madre e della sorella per le ustioni mentre il padre e l’altra sorella sono rimasti feriti. Il fermo è stato firmato dal sostituto procuratore della Repubblica Martina Dall’Amico. Il padre e la sorella del 31enne sono riusciti a salvarsi solo grande all’aiuto dei vicini e all’intervento dei soccorritori. Il fermato, accusato di omicidio plurimo e tentato omicidio, era sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata per un’altra causa. E’ stato associato alla casa circondariale di Ragusa, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine