Vittoria, il grido di disperazione degli agricoltori: non c’è più tempo!

Il grido di disperazione dei produttori vittoriesi raccolto dall’assessore regionale all’agricoltura Antonello Cracolici. Questa mattina davanti ai cancelli del mercato ortofrutticolo di contrada Fanello il rappresentante del governo regionale ha incontrato migliaia di cittadini assicurando il massimo impegno a sostegno del comparto agricolo. L’assessore si è impegnato ad avviare un tavolo tecnico con il presidente Crocetta in attesa del confronto in programma sabato 20 febbraio a Palermo con il ministro alle politiche agricole Maurizio Martina e inoltre non si è tirato indietro, annunciando che nei prossimi giorni firmerà il decreto di 15 milioni di euro per il fondo di rotazione della Crias cui potranno accedere i produttori.

Un’intera città si è fermata questa mattina con esercizi commerciali che hanno abbassato le saracinesche in segno di solidarietà. La manifestazione è stata aperta dal sindaco della città ipparina Giuseppe Nicosia, affiancato sul palco dai primi cittadini di altri Comuni della zona. «Questa mobilitazione –ha esordito Nicosia- è la battaglia di tutti, non solo agricoltori ma dell’intera comunità. Non ci sono bandiere o partiti quando si lotta per un bene comune qual è l’agricoltura siciliana». Subito dopo l’intervento del sindaco si sono alternati sul palco i rappresentanti del mondo agricolo che hanno ribadito le proprie richieste tra cui spiccano il blocco delle aste, la moratoria dei debiti, l’attivazione delle clausole di salvaguardia previste dagli accordi euro-mediterranei e soprattutto la dichiarazione dello stato di crisi del comparto.

Intanto i produttori vittoriesi stanno organizzando una imponente mobilitazione verso il capoluogo siciliano in vista della visita del ministro Martina prevista sabato prossimo con centinaia di cittadini pronti a partire con gli autobus. Al loro fianco l’amministrazione comunale, i movimenti dei produttori ed anche il mondo della Chiesa con i sacerdoti impegnati a raccogliere le adesioni nelle parrocchie. A chiudere la manifestazione sono stati gli interventi degli studenti che da quattro giorni sono a fianco dei lavoratori.

Condividi
Nato a Ragusa il 09/07/1985 ma è cresciuto e vive attualmente a Vittoria, dove ha frequentato il liceo classico “Cannizzaro”. In seguito si è iscritto alla facoltà di Filosofia presso l’Università degli Studi di Catania, conseguendo la laurea specialistica nel 2010. Dal 2012 è iscritto all’albo dei pubblicisti dell’Ordine regionale dei giornalisti di Sicilia. Appassionato di sport, in particolar modo di calcio, ha avuto in passato esperienze nel mondo del volontariato, dell’associazionismo e della cooperazione internazionale.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine