Vittoria, sequestrata enorme discarica abusiva dalla Guardia di Finanza

Continua incessante l’attività delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa a tutela dell’ambiente.

I Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa, nel corso dei servizi di controllo economico del territorio, hanno individuato e sottoposto a sequestro un’area privata, estesa per oltre 8.000 Mq, sita in contrada Alcerito di Vittoria, adibita a discarica abusiva.

In particolare, sono stati rinvenuti enormi cumuli di rifiuti inerti consistenti in terre e rocce da scavo, rifiuti urbani non differenziati, rifiuti inerti da demolizione e costruzione, fanghi provenienti dal lavaggio di materiali vegetali contenenti residui plastici. Rinvenuti altresì, imballaggi per i prodotti ortofrutticoli, paletti di cemento precompresso e pneumatici dismessi.

Le materie plastiche illecitamente accumulate ammontano a circa 4 tonnellate, i fanghi vegetali contenenti residui plastici e polistirolo sono circa 10 tonnellate, gli inerti dell’edilizia ammontano a circa 150 tonnellate, mentre i paletti in cemento ammontano a circa 300 tonnellate, infine, i rifiuti inerti consistenti in terre e rocce da scavo sono oltre 2000 tonnellate.

Il sequestro dell’area, avvenuto con il supporto tecnico e la collaborazione di funzionari del Settore Ambiente del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, già Provincia Regionale di Ragusa, si è reso necessario per evitare ulteriori gravi conseguenze derivanti dall’abbandono e dallo smaltimento illecito di rifiuti.

I due proprietari dell’area sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per violazioni in materia ambientale. Agli stessi è stata intimata l’immediata bonifica del sito, nonché il ripristino dello stato dei luoghi.

L’abbandono incontrollato di rifiuti, oltre a costituire un deturpamento del territorio, stante la natura dei materiali stoccati, può provocare una contaminazione del suolo, con conseguente potenziale danno per la salute della collettività.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine