Vittoria, sul Mercato di Fanello parla l’onorevole Francesco Aiello

Riportiamo le dichiarazioni  del consigliere comunale di Azione Democratica Francesco Aiello il quale, con documenti in mano asserisce da sindaco di Vittoria nel 1987,  la sua posizione sulla legge Rognoni La Torre applicata al mercato ortofrutticolo di c/da Fanello.  

“L’Assessore Gurrieri ancora insiste nel sostenere tesi smentite dai documenti che inoppugnabilmente dimostrano il contrario e che potete leggere. In esso sono contenute anche le annotazioni riservate della prefettura su 5 box che fanno riferimento non a situazioni patrimoniali ma allo status giudiziario dei titolari, con richiami a vari reati, ivi compreso il 416/ bis.

Dopo la disonorevole esternazione dell’assessore sulla applicazione della legge Rognoni La Torre al mercato, che loro hanno totalmente abbandonato a se stesso, con i pannelli elettronici per le mercuriali , costati centinaia di migliaia di euro, che rimangono spenti, hanno poco di che vantarsi. 

Fu allora che ponemmo anche all’intendenza di finanza il tema della efficacia operativa della legge Rognoni La Torre. Antimafia vera, immanente all’azione amministrativa.

Non solo fummo i primi ad applicare in Sicilia la legge Rognoni la torre, ma sollecitavamo il governo ad andare oltre e affrontare alla radice il tema delle partite iva che erano rilasciate e sono rilasciate ancora a prescindere…”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine