La Volley Modica si arrende al tie break, al “PalaRizza” vince il Viagrande dopo tre ore di battaglia

Volley Modica – Volley Città di Viagrande 2 – 3

Volley Modica: Spadaro 4, Campo 19, Pappalardo 17, Amore 1, Assenza 13, Cappello 3, Chillemi 13, Modica 2, Scollo 3, Sortino (L1), n.e. Barone e Cavallo (L2), all. Davide Zito e salvo Carpenzano.

Volley Città di Viagrande: Allegra, Arezzo 21, Isidoro 8, Pricopo 25, Sanfilippo 10, Saraceno 11, Tomasello 5, Cavalli (L), n.e. Mirone, Vitello e Zanini, all. Giovanni Bonaccorso.

Arbitri: Sergio Alaimo e Nuccio Di Paola di Caltanissetta.

Parziali: 26/24, 23/25, 25/20, 23/25, 17/19.

Modica – battuta d’arresto casalinga per la Volley Modica che dopo tre successi di fila, ieri al “PalaRizza” si è arresa al tie break al Volley Città di Viagrande dell’ex Giovanni Bonaccorso dopo una battaglia sportiva durata quasi tre ore.

Una gara bella e avvincente giocata (finalmente) davanti a una discreta cornice di pubblico che nessuna delle due contendenti meritata di perdere e che alla fine ha accomunato i due sestetti alla standing ovation del pubblico (presenti anche una buona rappresentanza di tifosi ospiti).

Con il successo ottenuto nella Città della Contea, la formazione etnea “riaggancia” in classifica i ragazzi di Zito e Carpenzano che si allontanano così ulteriormente dalla zona play off.

La sfida del “PalaRizza” è stata sempre equilibrata e quando una delle due formazioni riusciva a dare uno “strappo” al punteggio immediata arrivava la reazione avversaria che ristabiliva prontamente le distanze.

Nel set iniziale partono meglio gli ospiti che dopo aver perso i primi punti riescono subito a recuperare arrivando al primo time out tecnico in vantaggio di 2 punti (6/8). La replica dei modicani non si fa attendere e al secondo tempo tecnico la rimonta è cosa fatta. Questa volta sono i ragazzi del presidente Cataldi ad andare al tempo tecnico con due lunghezze di vantaggio (16/14) che nella seconda metà del parziale è nuovamente recuperato dagli ospiti che alla fine cedono il parziale ai vantaggi (26/24).

Il secondo set va avanti sulla falsa riga del precedente, anche se sono i padroni di casa a essere leggermente avanti nel punteggio ai due time out tecnici (8/6, 16/14), ma è dopo il secondo tempo tecnico che Viagrande ricuce il piccolo strappo e si porta in avanti di due 2 (20/18). Modica reagisce alla grande e dopo un lunghissimo scambio tra gli applausi del pubblico rimette il parziale in parità (20/20). Bonaccorso chiama il time out e da le indicazioni giuste ai suoi atleti che alla fine riescono a portare a casa il set al fotofinish rimettendo il risultato in parità.

Al cambio campo la Volley Modica innesta immediatamente le marce alte e con Assenza e Pappalardo che mettono a terra palloni a ripetizione prendono il largo arrivando al primo time out avanti 8/2.

Viagrande prende le giuste misure e inizia la rimonta arrivando al secondo tempo tecnico sotto di un solo punto (16/15), ma al ritorno in campo Modica torna a essere più lucida, il muro rallenta gli attacchi etnei e la ricezione permette a Spadaro di gestire meglio i palloni giocabili per le “bocche di fuoco” biancoblù che alla fine si riportano in vantaggio nel punteggio chiudendo il parziale con cinque lunghezze di vantaggio (25/20).

Nel quarto set Viagrande mette subito il muso avanti nel punteggio arrivando al time out avanti di quattro punti (4/8), ma i padroni di casa non ci stanno e provano a rimontare. Alla fine il sestetto catanese riesce a prevalere con il minimo scarto (23/25) e a portare la sfida al quinto set.

Il tie break è equilibratissimo con Viagrande che parte “sparato” e si porta subito avanti (0/2) e Modica che reagisce e prima pareggia (2/2) e poi arriva al cambio di campo avanti di un punto (8/7). Il parziale rimane appeso a un filo fino ad arrivare al 15/15.

Ai vantaggi il Viagrande ha i nervi più saldi e alla fine riesce a portare a casa il successo che vale l’aggancio in classifica.

La sconfitta casalinga per i modicani, lascia un pizzico di delusione, ma gli applausi finali del pubblico dimostrano che Assenza e compagni hanno ben poco da rimproverarsi perché in campo hanno dato il massimo senza risparmiare energie.

Condividi
sono nato a Modica in un giorno che (purtroppo) coincide con una data storica 11 - 9 -1966. Ho studiato all'Istituto Tecnico Commericiale "Archimede" di Modica. Da sempre ho avuto la passione per lo sport e per il calcio in particolare. Dopo aver giocato a livello giovanile nel Modica calcio dopo un brutto infortunio al ginocchio ha pensato di vivere nel mondo dello sport da una diversa angolazione raccontando agli altri quello che succede nei vari campi e nelle varie manifestazioni sportive riuscendo a trasformare un mio hobby in lavoro. Ha iniziato a lavorare come giornalista agli inizi degli anni 80' (82/83) a Rtm pe rpoi passare a Video Mediterraneo. Tornato a Modica dopo quattro anni a Vignola (Mo) ho ricominciato curando lo sport "minore" a Video Regione per poi passare a VideoUno. Dal 2004 scrivo per il Giornale di Sicilia con belle esperienze nei giornali on line quali Giornale di Ragusa e La Spia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine