Vuolsi cosi’ cola’ dove si puote cio’ che si vuole, e piu’ non dimandare

Prendendo a prestito i celebri versi danteschi, potremmo dire che questa è la situazione politico-governativa che vige in Italia e per la quale, al di là delle belle promesse mai mantenute dai rappresentanti istituzionali, dalle illusioni alle quali spesso ci aggrappiamo per non sottometterci alla rassegnazione, di fatto, continuano a prenderci in giro, nel più totale spregio delle regole democratiche, senza che alcuno abbia strumenti per invertire certe tendenze.

Nei mesi scorsi, si è parlato a lungo negli ambienti politici sulla possibilità d’una controriforma alla legge Fornero, ma alla fine ci si è sentito dire che l’attuale situazione di bilancio del Paese non consente tale ipotesi.

Certo, è così e l’avevamo capito anche noi che non siamo illustri economisti, ma non si comprende invece il motivo di tanto affanno per calcolare le aliquote d’incremento e la tempistica per interventi di revisione alle pensioni d’oro che rappresentano una delle tante vergogne di questo martoriato Paese.

Se questi signori, avessero un minimo di decenza e di responsabilità di rappresentanza, avrebbero dovuto dire anche ai loro illustri compari, beneficiari di pensioni che offendono la povertà, che il taglio sarebbe stato immediato e congruo alle difficoltà generali del momento.

Ma siamo alle solite, fanno quel che vogliono, tanto sanno che l’italiano è caprone e subirà qualunque angheria. Di loro, oltre quanto sia stato detto non è possibile aggiungere più nulla, per cui si sentono in una botte di ferro.

Poveri noi, in ogni senso e beati loro che hanno avuto il privilegio di nascere e pascolare in un pascolo come quello italiano.

Condividi
Nato a Ragusa il Primo febbraio del 1983 ma orgogliosamente Modicano! Studia al Liceo Classico "Tommaso Campailla" di Modica prima, per poi laurearsi in Giurisprudenza. Tre grandi passioni: Affetti, Scrittura e Giornalismo. "Il 29 marzo del 2009, con una emozione che mai dimenticherò, pubblico il mio primo romanzo: “Ti amo 1 in più dell’infinito…”. A fine 2012, il 22 dicembre, ho pubblicato il mio secondo libro: "Passaggio a Sud Est". Mentre il 27 gennaio ho l’immenso piacere di presentare all’Auditorium “Pietro Floridia” di Modica, il mio terzo lavoro: “Blu Maya”. Oggi collaboro con: l'Agenzia Giornalistica "AGI" ed altre testate giornalistiche".

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Aggiungi una immagine